Follow up dedicato

Follow up dedicatoPrevenzione e monitorizzazione sono 2  aspetti complementari nella corretta gestione  della salute di un paziente. La prevenzione primaria si attua per prevenire l’insorgenza delle malattie mentre con la prevenzione secondaria si cerca di prevenire le ricadute o recidive.
 Il follow-up scandisce i tempi  le modalità e le caratteristiche  dei controlli  da effettuare , monitorandoli nel  tempo e  tenendo conto dei dati anamnestici di ogni singolo paziente. I dati anamnestici infatti ci permettono di valutare quali sono le patologie cui il pz. è maggiormente esposto    e quindi ci permettono di focalizzare maggiormente l’attenzione su  alcuni aspetti del follow-up piuttosto che su altri.

La prevenzione porta  sempre risultati positivi. Per esempio :”Dati su popolazione indicano una riduzione dell'incidenza di primi ictus pari al 29% rispetto a venti anni fa, sia per ictus ischemici sia per emorragici, ma non per l’emorragia subaracnoidea. Tale riduzione è stata osservata nonostante un indice di invecchiamento della popolazione di età maggiore di 75 anni del 33%. Il declino nell’incidenza interessa in particolare gli ictus disabilitanti e fatali. La percentuale di mortalità a trenta giorni è rimasta la stessa (17,2% vs 17,8%). È plausibile ritenere che la riduzione di incidenza sia in relazione ad un incremento di strategie preventive e ad un miglior controllo dei fattori di rischio vascolare”